Ortodonzia e Pedodonzia

ORTODONZIA

L’ortodonzia e l’ortognatodonzia sono branche dell’odontoiatria che si occupano della diagnosi, prevenzione, intercettazione e trattamento di bocche non funzionali.

Lo scopo del trattamento  è di armonizzare i contatti e le posizioni tra i denti per ottimizzarme sia la funzione masticatoria che l’estetica.

La terapia ortodontica può essere fissa o mobile.

Entrambe  guidano i denti nella loro corretta posizione.

Quando il trattamento è concluso i retainer  o le mascherine ne stabilizzano e preservano il risultato. La scelta tra i due tipi di terapia dipende dalla situazione di salute della bocca e dal tipo di malocclusione.

Sarebbe ottima abitudine, quando il bambino ha raggiunto i 4-5 anni di età, farlo visitare per controllare l’andamento della crescita della bocca.

 

Grazie a questo piccolo accorgimento si potranno intercettare la maggior parte delle malocclusioni.

In passato l’ortodonzia era associata solo ai bambini e agli adolescenti ma oggi molti si rivolgono ad un ortodontista per risolvere problemi di lunga data o insorti durante la crescita.

Grazie e diversi tipi di terapia è possibile far fronte alle numerose richieste del paziente adulto.

Prima fra tutte l’esigenza estetica;  non a tutti è noto che l’apparecchio può essere posizionato anche sul lato della lingua, rendendosi in tal modo completamente invisibile. Un altro esempio di richiesta è di minimizzare l’ingombro in bocca, ciò è possibile tramite apposite mascherine create su misura.

In definitiva l’ortodonzia può aiutare a raggiungere un sorriso sano e soddisfacente a qualsiasi età.

Semplicemente basta effettuare una visita e trovare la soluzione migliore per la condizione della propria bocca.

 

PEDODONZIA

Il dentista pediatrico o pedodontista è un odontoiatra che si occupa del bambino fino alla maturità, inclusi i pazienti con bisogni speciali.

Si tratta di una delle prime figure mediche che accompagnano il bambino durante la crescita, creando nuove abitudini e insegnando il prendersi cura di sé.

La prima visita è di fondamentale importanza per intercettare e curare le malattie presenti tipo la carie oppure le disarmonie della crescita o l’allineamento dei denti.

Sarebbe fondamentale portare il bimbo per una visita generica in un momento di assenza di dolore, questo permetterà di migliorare la compliance del paziente che non assocerà la figura del dentista all’evento doloroso.

In tal modo per il dentista pediatrico sarà più semplice  eliminare le paure che in genere accompagnano i piccoli pazienti.

Spesso I bambini impauriti hanno già avuto delle spiacevoli esperienze o sono già entrati in contatto con altri ambiti sanitari.

Il dentista pediatrico, attraverso il gioco e un approccio diverso, li aiuterà a ritrovare la serenità e gli insegnerà a prendersi cura della propria bocca.

 

Ogni bambino è differente, per questo il dentista pediatrico utilizza un approccio diverso per aiutarlo a completare i trattamenti necessari e per creare nuove abitudini di igiene orale insegnandogli a rendersi conto di ciò che avviene in bocca sia durante la visita in studio sia a casa.

Purtroppo l’abitudine di saper spazzolare, saper utilizzare il filo interdentale e in generale di prendersi cura della propria bocca non è immediata se non è mai stata insegnata al bambino. Il dentista pediatrico oltre ad insegnare le corrette manovre, seguirà il bambino con richiami mensili in modo da controllare e correggere eventuali errori.

Viale Vittorio Emanuele II, 41

53100 Siena

0577.46854

Chiamaci

Richiedi Informazioni

leonardolenzi@ymail.com